ROMAGNOLI Manuela

Professore Ordinario 
Settore scientifico disciplinare di riferimento  (AGR/06)
Ateneo Università degli Studi della TUSCIA 
Struttura di afferenza Dipartimento di DIBAF - Dipartimento per la Innovazione nei Sistemi Biologici, Agroalimentari e Forestali 

Orari di ricevimento

su appuntamento da chiedere per mail

Curriculum

Curriculum Prof. Manuela Romagnoli
Professore Ordinario di Tecnologia del Legno e Utilizzazioni Forestali AGR/06,
Dipartimento per l’Innovazione dei Sistemi Biologici, Alimentari e Forestali (DIBAF)
Università degli Studi della Tuscia, Viterbo.
1. Formazione.
1993 Dottorato di Ricerca in Scienze del legno Università degli Studi di Firenze.
1988 Laurea presso Università degli Studi della Tuscia in Scienze Forestali e Ambientali con voti 110/110 e lode
1982 Diploma di Maturità Scientifica Liceo Scientifico Paolo Ruffini - Viterbo
2. Titoli e Attività professionale
2019 - Professore di ruolo I fascia SSD AGR/06 (Tecnologia del Legno e Utilizzazioni Forestali) DIBAF - Università della Tuscia
2001 - 2018. Professore di ruolo di II fascia SSD AGR/06 (Tecnologia del Legno e Utilizzazioni Forestali) presso Università degli Studi della Tuscia.
1993-2001. Ricercatore universitario gruppo discipline G03B Tecnologia del Legno e Utilizzazioni forestali.
1989-1993 Dottorato di Ricerca in Scienze del Legno
1990 Abilitazione all’esercizio della libera professione di Dottore Forestale
3. Riconoscimenti
2014. Abilitazione Scientifica Nazionale, tornata 2012. Abilitazione di prima fascia settore 07/B2
4. Interessi di ricerca.
Si occupa di Scienze e la Tecnologia del Legno per gli aspetti legati a:
- Beni Culturali: conservazione, restauro e datazione dei manufatti storico artistici, etnoantropologici e reperti archeologici in legno.
- Prodotti in legno e biocompositi: innovazione industriale di processo e di prodotto.
- Trattamenti e modificazioni ecosostenibili del materiale (incollaggio con prodotti naturali, trattamenti termici, trattamenti preservanti).
- Qualità del legno. Caratterizzazione morfologica, fisica, chimica e meccanica del materiale in relazione agli stress ambientali, alle provenienze geografiche e alle componenti genetiche .
- Dendrocronologia. Datazioni del legno, costruzione di cronologie di riferimento, analisi dendroclimatiche anche legate a fenomeni di deperimento.
- Anatomia del legno e xilogenesi: variazioni dell’attività cambiale delle piante arboree e della morfometria cellulare in relazione a stress ambientali
- Identificazione macroscopica e microscopica dei legni e caratterizzazione tecnologica anche per applicazioni forensi.
- Filiera foresta-legno, biomasse per fini energetici.
- Nuove filiere ad elevato valore aggiunto
- Nanomateriali di origine lignocellulosica
- Legni tropicali