MAZZUCATO Andrea

Professore Associato 
Scientific Disciplinary Sector Code  (AGR/07)
University Università degli Studi della TUSCIA 
College/Department Department  DAFNE - Dipartimento di Scienze Agrarie e Forestali 

Reception times

Per il ricevimento, si prega di contattare il docente via e-mail o telefono

Curriculum

Curriculum vitae et studiorum Laureato in Scienze Agrarie nel 1988, presso l'Università degli Studi di Perugia con votazione 110/110 cum laude, ha conseguito il titolo di Dottore di Ricerca in "Scienza e Tecnologia delle Sementi" nel 1994. Ha preso servizio in qualità di ricercatore universitario in data 07/09/1995 presso l'Università degli Studi della Tuscia di Viterbo, afferendo al Dipartimento di Agrobiologia e Agrochimica (DABAC). In data 1/11/2006 viene nominato Professore di II fascia presso la Facoltà di Agraria dell’Università della Tuscia e in data 08/04/2010 riceve la conferma in ruolo. Al momento della sua istituzione (D.R. n.351/11 del 22.04.2011), afferisce al "Dipartimento di Scienze e Tecnologie per l’Agricoltura, le Foreste, la Natura e l’Energia" (DAFNE) in applicazione alla Riforma Gelmini (L.240/2010). Dall’AA 2002/03 è membro del Collegio dei Docenti del Dottorato di Ricerca in “Biotecnologie vegetali”, oggi Dottorato in “Scienze delle Produzioni Vegetali e Animali”, sede amministrativa Università degli Studi della Tuscia. Dall’AA 2009/2010 al 2013/2014 è Presidente del Corso di Laurea Magistrale nella classe delle Biotecnologie Agrarie (LM7). Attualmente è incaricato degli insegnamenti di “Biotecnologie delle produzioni vegetali”, Corso di Laurea in Scienze Agrarie e Ambientali e Corso di Laurea in Biotecnologie e di “Miglioramento genetico e biotecnologie del seme”, Corso di Laurea Laurea Magistrale in Scienze Agrarie a Ambientali e Corso di Laurea Magistrale in Biotecnologie per l’Agricultura, l’Ambiente e la Salute. Lavora da più di 20 anni nel settore del miglioramento genetico e della genetica molecolare delle piante coltivate, con particolare riferimento al sistema riproduttivo ed alle sue modificazioni di interesse applicativo (apomissia, partenocarpia, maschosterilità), alla caratterizzazione morfo-molecolare di germoplasma locale di specie orticole (in primis pomodoro e fagiolo) e al miglioramento genetico per caratteri qualitativi in pomodoro. Nel campo dello studio e dell’utilizzo della biodiversità, ha svolto ricerche nell’ambito di progetti a livello locale, nazionale ed internazionale. A livello nazionale ha svolto un’indagine morfo-molecolare sistematica del germoplasma di pomodoro autoctono (Progetto MIUR-CNR Scrigno, progetto H2020 Traditom). Altre ricerche hanno riguardato specifiche varietà locali laziali (pomodoro, fagiolo, lenticchia), abruzzesi (pomodoro) e siciliane (fagiolo, lenticchia). E’ stato promotore dell’iscrizione del pomodoro Spagnoletta del golfo di Gaeta e Formia nel Registro Volontario Regionale delle risorse genetiche autoctone della regione Lazio. E’ stato referente presso l’Università della Tuscia per il progetto Biodiversità Brasile-Italia del Ministero Affari Esteri. Nel campo del miglioramento genetico per la qualità, svolge ricerche volte allo studio di mutazioni in grado di diversificare e aumentare il contenuto in pigmenti della bacca di pomodoro con particolare riferimento alla selezione di nuove combinazioni geniche in grado di variare il contenuto in pigmenti e altre sostanze antiossidanti. E’ stato Responsabile di U.O. in due progetti biennali COFIN-MIUR e nel Progetto Strategico biennale SCRIGNO, MIUR-CNR. E’ stato componente di U.O. in progetti nazionali (MIUR, MiPAF, CNR), europei (PHASELIEU, Traditom) ed internazionali (MAE-IAO) e responsabile scientifico o collaboratore in convenzioni con partner privati (Cirio, Syngenta, Barilla, Agrobios) e pubblici (Consorzio Ballatore, ISPORT, IAO, ENEA). E’ referee per riviste e agenzie di finanziamento alla ricerca internazionali. E’ membro della Società Italiana di Genetica Agraria (SIGA) e della Società di Ortoflorofrutticoltura Italiana (SOI). E’ autore di 73 pubblicazioni su riviste (in maggioranza internazionali con referee) e di 118 contributi scientifici a congressi, orali e poster. Prof. Andrea Mazzucato